A cosa serve una scuola di scrittura?

dorothy parker

“Le scuole di scrittura aiutano, ti danno strumenti, i famosi ferri del mestiere. Si fregiano, anche, quando arrivi a un sì. Tuttavia –  lasciatemelo dire – il merito è solo tuo, perché non hai mollato e se lo hai fatto ti sei ripreso quasi subito. Questo si dovrebbe insegnare di più (e meglio) nelle scuole di scrittura. A non mollare mai, mai!”

Queste parole sono di Barbara Buoso, una delle docenti della Scuola di scrittura Virginia Woolf. Barbara insegna scrittura creativa e tecniche della narrazione (ma anche coraggio e dedizione).

Per scoprire cosa ha scritto, cosa sta scrivendo e cosa scriverà Barbara Buoso potete consultare la pagina docenti.

Nell’immagine Dorothy Parker al suo tavolo di lavoro.

Voland edizioni

danielaNuovi aggiornamenti sulla Scuola di scrittura Virginia Woolf.

Le selezioni sono aperte, i progetti editoriali delle e degli aspiranti partecipanti stanno arrivando  (vi ricordiamo che c’è tempo fino al 17 settembre) e abbiamo deciso di svelarvi un’altra prestigiosa collaborazione di cui la Scuola si fregerà durante l’anno scolastico 2016/2017.

Siamo felici di annunciare che tra le case editrici che valuteranno i progetti della Scuola  di scrittura Virginia Woolf, ci sarà Voland edizioni, con la sua fondatrice, Daniela Di Sora, che valuterà i lavori delle e dei corsisti e sarà presente alla giornata finale di incontro con le case editrici e gli agenti letterari.

Daniela di Sora, dopo la laurea in Lingue e Letterature straniere moderne, ha ricoperto l’incarico di lettrice di lingua e cultura italiana prima in Bulgaria presso l’Università Kiril i Metodi a Veliko Tirnovo poi presso l’Istituto superiore di Lingue di Mosca Maurice Thorez, infine di nuovo in Bulgaria all’Università Kliment Ochridski di Sofia. Rientrata in Italia, è stata ricercatore all’Istituto di Lingue e Letterature slave di Pisa, dove ha insegnato letteratura russa e bulgara, incarico che ha poi mantenuto all’Università di Roma 2 Tor Vergata. Ha collaborato con le pagine culturali del quotidiano Il manifesto e ha tradotto autori russi e bulgari per diverse case editrici, fra cui Bompiani, Biblioteca del Vascello, e/o. Nel aprile 1995 ha fondato la casa editrice Voland.

Voland è una casa editrice eclettica e raffinata, che ha riservato un’attenzione particolare alla letteratura russa e slava, senza disdegnare altre letterature, autrici e autori non scontati. Ricordiamo che Voland pubblica in Italia Amélie Nothomb, l’amatissima scrittrice belga, un caso con pochi precedenti e che si è ormai imposta al pubblico italiano con la forza della sua prosa caustica e ironica (Voland ha pubblicato tutti i suoi romanzi, e infatti, come ha più volte ribadito alla stampa, Amélie Nothomb resta fedelissima alla casa editrice che l’ha scoperta e lanciata in Italia).


Voland, inoltre, riserva da sempre grande attenzione anche alla letteratura italiana, solo per citarne alcuni vi ricordiamo: Matteo Marchesini con Atti mancati, candidato al Premio Strega 2013; Giorgio Manacroda, tra i 12 finalisti del Premio Strega 2012 con il suo Corridoio di legno. Ilaria Gaspari, con Etica dell’acquario e Demetrio Paolin con Conforme alla gloria, candidato al premio Strega 2016.

#incipit

Per scrivere, scrivere bene, la prima cosa che occorre fare è leggere, leggere, leggere. Nella Scuola di Scrittura Virginia Woolf, infatti, ci concentreremo non solo sulla scrittura ma anche sulla lettura critica, con consigli personalizzati per ciascun partecipante e con la creazione di un profilo individuale di lettura. Una piccola biblioteca tutta per sè!

Alcuni sostengono che se un libro non convince dalla prima pagina allora non fa per noi. Così vi vogliamo proporre un piccolo esperimento, perchè non c’è niente di più bello che scrivere, leggere e parlare di letteratura.

Qui di seguito trovate uno dei nostri incipit preferiti, la prima pagina di “Cani selvaggi” di Helen Humpreys (Playground).

E i vostri incipit preferiti quali sono?

IMG_20160624_153142

 

Il modulo Incontri tematici e qualche anticipazione

Scopriamo insieme uno dei moduli che compongono l’offerta formativa della Scuola di scrittura Virginia Woolf: gli Incontri tematici. Per scrivere e per scrivere bene oltre alle lezioni teoriche e ai laboratori, pensiamo sia utile e piacevole imparare dal confronto diretto con grandi personalità provenienti dal mondo della letteratura e dell’editoria, per lasciarsi ispirare da chi vive di letteratura e di arte.

In questo post vi sveliamo in anteprima due delle personalità che animeranno con il loro sapere e la loro esperienza gli incontri tematici dell’anno 2016/2017.

liliana rampello

Liliana Rampello

Durante l’anno avremo il piacere di incontrare Liliana Rampello, critica letteraria e saggista, vive e lavora a Milano come consulente editoriale. Tra le sue pubblicazioni, La grande ricerca. Saggio su Proust (1994), Il canto del mondo reale. Virginia Woolf. La vita nella scrittura (2005) e Sei romanzi perfetti. Su Jane Austen (2014).

Nell’incontro tematico che terrà alla Scuola, Liliana illustrerà il lavoro del consulente editoriale, un ruolo di fondamentale importanza all’interno delle case editrici e al processo che porta alla pubblicazione, dove entrano in gioco, tra i vari aspetti, anche quello estetico e commerciale di un libro da conciliarsi con le esigenze di mercato. Durante l’incontro inoltre sono previsti dei colloqui individuali con i partecipanti in cui Liliana potrà valutare il progetto editoriale di ciascuno e fornire consigli e suggerimenti.

maria rosa cutrufelli

Maria Rosa Cutrufelli

La Scuola di scrittura Virginia Woolf ha previsto un incontro tematico con una grande scrittrice: Maria Rosa Cutrufelli. Scrittrice, giornalista e saggista, Maria Rosa vive a Roma e collabora come critica a numerose riviste letterarie. I suoi saggi e i suoi romanzi sono tradotti in una ventina di lingue. Tra le sue pubblicazioni La donna che visse per un sogno, (nella cinquina del Premio Strega),  D’amore e d’odio (vincitore del Premio Tassoni), I bambini della Ginestra (vincitore del Premio Ultima Frontiera),  Il Giudice delle donne (2016).

Durante il suo intervento ci parlerà del suo lavoro di scrittrice, concentrandosi sul suo peculiare approccio alla scrittura e illustrandoci le varie fasi che compongo la stesura di un libro e di quelle che anticipano questo processo, come per esempio il lavoro di documentazione e ricerca.

Benvenuti alla Scuola di Scrittura Virginia Woolf

Virginia woolfSono aperte le selezioni per la prima annualità della Scuola di scrittura Virginia Woolf  che si svolgerà da ottobre 2016 a settembre 2017.

La Scuola di Scrittura Virginia Woolf è uno percorso didattico/formativo che si rivolge a chi ama scrivere e vorrebbe rendere questa passione il proprio lavoro.

Fondamenti e tecniche della narrazione, filosofia ed etica della narrazione, editing, laboratori, incontri tematici con grandi personalità del mondo letterario e infine incontri con agenti letterari e case editrici, questa è la ricca offerta formativa della Scuola, un luogo dove hanno libera circolazione talento, entusiamo, partecipazione e passione.

Visitate il sito (dal menu principale è possibile accedere a tutte le sezioni del sito), per scoprire tutto della Scuola di Scrittura: gli obiettivi, la nostra mission, il nostro team di docenti, ma anche le modalità di selezione e partecipazione.